IL SOGNO DI ALICE

un viaggio per bambini dai 6 ai 10 anni
15 Mag 2017 - 23 Mag 2017
liberamente tratto da Alice nel paese delle meraviglie di Lewis Carroll
liberamente tratto da Alice nel paese delle meraviglie di Lewis Carroll
Con Giacomo Bogani, Alice Casarosa, Consuelo Ghiretti, Alice Maestroni, Alessio Martinoli Ponzoni, Silvia Tufano
Musiche originali Giacomo Bogani, Alice Casarosa e Irene Rametta
Scenografia Marco Buldrassi e Emidio Bosco
Allestimento Marco Bagnai
Regia Sara Morena Zanella
Produzione Fondazione Teatro della Toscana
Foto di scena Filippo Manzini
Orari
15-16 maggio, 22-23 maggio matinée ore 10, 18 - 20 maggio notturna dalle ore 21 alle 8.30, 21 maggio pomeridiana ore 18 Prezzi
notte a teatro Intero 20 € (comprese tutte attività e la notte a teatro con la colazione); ridotto 15 euro per famiglie con più di un bambino; matinée intero 5 € ; pomeridiana 6 €
Dove:
Pontedera / Teatro Era
Via Indipendenza
56025 Pontedera PI
Italia

Il sogno di Alice è un viaggio nel teatro, allestito in ogni dettaglio come uno spazio di condivisione, esperienza e vicinanza per i bambini che vi partecipano. Al Teatro Era vengono presentate più versioni del progetto: un’esperienza di sonno e risveglio, una di matinée per le scuole e una pomeridiana.

Tutti gli spazi del teatro vengono coinvolti e riadattati alla dimensione del sogno: attraverso semplici elementi si creano labirinti, stanze, corridoi, passaggi segreti, mondi sospesi tra realtà e onirico dove è possibile incontrare diversi personaggi e paesaggi sonori. Come la protagonista del romanzo di Lewis Carroll, i bambini vengono accompagnati ad attraversare questi differenti paesaggi, sia interiori che esteriori, a incontrare le diverse situazioni, a risolvere indovinelli, ad accettare momenti surreali, a saltare, ballare, ridere, a volte anche piangere; ad affrontare la paura e insieme risolverla e trasformarla in un’opportunità di crescita e cambiamento. Ogni luogo e situazione prevede la partecipazione attiva dei bambini: a loro viene chiesto di abbandonarsi al gioco, all’immaginazione, al sogno, alla condivisione e all’autonomia.

Per le repliche notturne l’appuntamento è alle 20.30 nel foyer del teatro, già cenati e lavati.

Bambini e genitori verranno accolti nel foyer dalle due operatrici che saranno sempre presenti con i bambini, dal momento dell’accoglienza in teatro alla sera, fino al saluto del mattino dopo la colazione: Sara Morena Zanella, la curatrice del progetto, che è a disposizione sempre durante la permanenza dei bambini a teatro, e Consuelo Ghiretti, educatrice. Ogni bambino deve portare con sé il pigiama, un peluche o un altro oggetto caro per addormentarsi e il cuscino; i genitori devono lasciare un recapito telefonico reperibile per tutta la notte e salutare i bambini.

Finita l’accoglienza nel foyer, durante la quale Sara e Consuelo spiegheranno tutto quel che c’è da sapere e risponderanno a tutte le domande dei genitori, che lasceranno i piccoli per tornare a riprenderli la mattina seguente alle 8.00.

Appena pronti, una musica accompagna i bambini nella stanza dei sogni, dove una figura dolce e protettiva li fa accomodare nei letti. Attraverso un piccolo rituale e alcuni riferimenti al mondo dei sogni si cerca di risvegliare la mente creativa e creare le condizioni migliori per attraversare insieme la notte. Con gli occhi chiusi, sotto le coperte, si ascolta la storia di Alice. Le sue parole si fanno sempre più presenti e lentamente diventano realtà. Come accade ad Alice nel paese delle meraviglie anche i bambini vengono rapiti dal Bianconiglio, e con la stessa vitale curiosità lo inseguono nel suo mondo. Questo viaggio dura circa 2 ore, poi si ritorna nel proprio letto e mentre la storia prosegue, questa volta accompagnandoli verso il sonno, si scivola fino al cuore della notte. Cullati dalle parole e dalle note di una ninnananna i piccoli partecipanti si abbandonano al sonno e ad altri nuovi possibili sogni. Sono garantite 8 ore di sonno.

Alle 7 del mattino una musica lascia filtrare la luce del sole sotto le palpebre e una buona colazione è servita mentre i ricordi si intrecceranno alla realtà e i sogni restano sospesi tra il sonno e la veglia in un tempo indefinito. E così vicino a un albero insieme alla colazione si può condividere lo stupore e l’incanto di chi, forse, per una notte, ha vissuto in un sogno. Se uno sogna da solo è soltanto un sogno, ma se molti sognano insieme è l’inizio di una nuova realtà?

Per chi parteciperà alle matinée e alle pomeridiane il viaggio sarà altrettanto intenso e costruito sempre sulla storia di Alice, ma senza l’esperienza del sonno.

È buio qua dentro. C’è odore di polvere e caramella sciolta. C’è silenzio, tanto silenzio che si sente battere il cuore. È il tuo o il mio? Tutti e due, battono allo stesso identico ritmo ed è per questo che se ne sente uno solo. Noi qui siamo, e qui, in ogni caso, è altrove o chissà dove. In questo mondo cala la sera, gli orologi segnano le ore, ma soltanto perché non si dimentichi che è solo un grande gioco di situazioni invertite, un riflesso del reale, dove prevale l’irrefrenabile libertà dell’immaginazione, della poesia, della musica. Qui le regole sono diverse perché diverse sono le domande e diverse le risposte. Qui è possibile cambiare forma, è possibile viaggiare tra sogno e realtà: se si lascia alla mente la piena libertà di interpretare quel che gli occhi vedono, senza limitarsi alla risposta più scontata e immediata, si è nella disposizione d’animo per intraprendere questo viaggio, per abbandonarsi alla voglia di sogno, per entrare nella dimensione della fantasia, dove tutto è possibile. Alcuni studi dicono sia possibile influenzare i sogni; sembra sia possibile farlo controllando i pensieri prima di dormire; ed è questo quello che vogliamo provare.

INFORMAZIONI E BIGLIETTI

IL SOGNO DI ALICE – notte a teatro Intero 20 € (comprese tutte attività e la notte a teatro con la colazione), ridotto 15 euro per famiglie con più di un bambino
IL SOGNO DI ALICE matinée intero 5 € / pomeridiana 6 €

Per informazioni e prenotazioni Alice Giulia Di Tullio

tel. 0587 55720 / 57034 mail: a.ditullio@teatrodellatoscana.it

———–

INTERVISTA A SARA MORENA ZANELLA REGISTA DE “IL SOGNO DI ALICE”

Tweet about this on TwitterShare on Google+Share on Facebook

LUOGO


I commenti sono chiusi.